Sabbia Brenta - L'impianto


L'impianto


 

In origine avevamo una nastropressa, ma visti gli elevati costi di manutenzione e l’usura abbiamo deciso di acquistare una filtropressa. La scelta è caduta su Tecnoidea Impianti poiché ci ha offerto un prodotto di alta qualità, tecnologicamente avanzato e, soprattutto, molto versatile; praticamente la macchina più adatta alle nostre necessità. Abbiamo acquistato un filtropressa di nuova concezione che può arrivare a produrre quantità di fango che variano da 6.2 ad oltre 9 mc/ ciclo, alimentato a una pressione di 1,2 MPa da una pompa Abra 60 OR-IN TW. Inizialmente ci sembrava fin troppo grande ma, avendo materiali molto diversi e conseguentemente fanghi non semplici da trattare, si è rivelato un eccellente investimento, in quanto ha semplificato e velocizzato notevolmente il nostro lavoro anche nelle stagione invernale e nelle condizioni di lavoro più impegnative. I fanghi, dopo essere stati disidratati, vengono scaricati dal filtropressa con un’umidità residua inferiore al 18%, il che, come potete ben capire, significa che sono molto più semplici da movimentare in quanto perfettamente palabili e facilmente trasportabili. L’installazione è operativa dall’agosto del 2009 e devo riconoscere che in poco meno di un anno ci ha già dato molte soddisfazioni e risolto notevoli problemi legati alla gestione e allo smaltimento del fango di risulta delle lavorazioni di lavaggio e frantumazione di ghiaia e sabbia. Il filtropressa è dotato di un’interfaccia operatore semplice ed intuitiva con la possibilità di variare tutti i parametri di funzionamento e monitorare tutte le singole fasi del ciclo. Diego, l’operatore addetto, non ha mai avuto alcuna difficoltà sia nella conduzione che nella manutenzione della macchina. Nel pannello operatore sono presenti tutti gli archivi storici; tutti i dati di produzione e rendimento che la macchina ha memorizzato. Ciò che si apprezza in questo filtropressa sono le innovazioni tecniche studiate dai progettisti Tecnoidea Impianti per ottenere una macchina molto efficiente, versatile ed innovativa. Tutta l’installazione è completamente automatizzata e gestita da sistemi computerizzati che gestiscono le fasi di lavoro e di riposo ottimizzando i costi della disidratazione del fango. Grazie alle innovazioni tecnologiche apportate sia al filtropressa che alla pompa di alimentazione, in quasi un anno di lavoro, abbiamo riscontrato una trascurabile usura dei componenti meccanici e dei tessuti tecnici filtranti. È stato un investimento importante, ma dopo aver effettuato un’oculata ricerca di mercato abbiamo constatato che per il futuro della nostra azienda era ed è la macchina adatta in quanto la più evoluta nel suo settore. Come tutti i nostri investimenti non sono a breve termine, ma devono durare nel tempo e crediamo che questa sia una scelta giusta. L’abbiamo acquistata per i nostri figli, per lasciarla a loro insieme a tutto quello che abbiamo imparato e fatto fino ad ora. Tutti gli impianti di lavorazione di materiali inerti dovrebbero attrezzarsi di una macchina così all’avanguardia per la depurazione dell’acqua e il filtraggio dei limi e quindi così rispettosa dell’ambiente. Per un’attività di grande impatto ambientale quale quella estrattiva è necessario adottare attenzioni ancora maggiori rispetto a quanto non si faccia in altri settori operativi. Perciò chi scarica ancora a cielo aperto, nei cosiddetti “laghetti” di cava, non solo costituisce un disturbo al mercato, con il temporaneo ribasso dei prezzi, non solo evidenzia una scarsa sensibilità ambientale, ma rende un pessimo servizio a tutto il comparto. Ci descrive il vostro parco macchine? Abbiamo due pale di medie dimensioni e una piccola, un escavatore e 11 autocarri. Per questi ultimi abbiamo scelto aziende di provata affidabilità: Iveco, Man e Daf. Difatti sono tutte macchine molto efficienti. Ci tengo a sottolineare che fra le nostre attrezzature abbiamo anche un impianto mobile della Rev acquistato tre anni fa che ci permette di lavorare qualsiasi pezzatura di materiale. Del nostro parco macchine si occupa in particolare modo mio fratello Albino, il più giovane, che ci dà una mano a seguire questo aspetto perché la meccanica è una sua antica passione.


| HOME | L'AZIENDA | CHI SIAMO | L'IMPIANTO | PARCO MACCHINE | PHOTOGALLERY | CONTATTI | DOVE SIAMO | FUTURO |

Sabbia Brenta Srl - Via Brenta, 3 - 35010 Pieve di Curtarolo (PD) - Tel.: 049.5599321 - P.Iva: 04037690288 - Powered by Mall4Net - www.telemar.it